PRESBIOPIA

 

La presbiopia è la difficoltà di mettere a fuoco gli oggetti più vicini che si manifesta in genere dopo i 45 anni. Non si può parlare di un vero e proprio difetto refrattivo, bensì di un disturbo causato dalla fisiologica perdita di elasticità del cristallino dovuta all'invecchiamento. Una minore elasticità del cristallino rende più difficile il processo di accomodazione, cioè quel processo naturale messo in atto dal sistema visivo allo scopo di focalizzare oggetti posti a distanze diverse. La visione nitida degli oggetti vicini avviene proprio grazie alla modificazione della forma del cristallino e diventa dunque sempre meno agevole col passare del tempo. La presbiopia si stabilizza verso i 60 anni ed è importante una correzione costante ed adeguata. Per avere sempre il massimo benessere visivo, si consiglia di non trascurare il disturbo, come spesso accade, e di effettuare regolari controlli.